Top

MALTA in inverno. Cosa fare? Cosa visitare? Come muoversi? LA GUIDA COMPLETA ECOLUXURY

Visitare Malta in inverno. Cosa fare? Ma soprattutto, perchè visitare Malta d’ inverno?

Malta non è l’isola delle vacanze sole-mare? Bè è vero che Malta ha 300 giorni di sole l’anno…ma ha mooolto più!
Sapevate che l’arcipelago maltese vanta una delle più alte concentrazioni di patrimoni storico-culturali per km2 al mondo? Sapevate che Malta ha 7000 anni di storia…più delle piramidi egizie??

Ho già dedicato diversi articoli a vari aspetti di Malta (info generali, le spiagge, i templi megalitici, le città) che potete trovare molto facilmente qui nella sezione travel del mio blog.
Come alcuni di voi già sanno, ho avuto la fortuna di avere casa a Malta con la mia famiglia per un anno e mezzo, potendo quindi vivere l’isola nelle diverse stagioni. Ecco per voi i miei consigli da “insider”.

Perchè dunque visitare Malta in inverno?

Ecco alcune tra le principali ragioni:

  • un ottimo clima mite per fuggire dai rigidi inverni continentali (siamo sui 18-20 gradi)
  • finalmente il clima adatto per passeggiare e godersi le bellezze architettoniche dell’isola senza sciogliersi come un ghiacciolo
  • voli giornalieri a prezzi decisamente vantaggiosi (io ho appena volato diretta da Linate con Air Malta, in poco più di un’ora e mezza mi sono ritrovata a mangiare ftira su una terrazza affacciata sul mare!)
  • meno turisti, meno frotte di ragazzini rispetto all’estate, meno code, meno traffico..
  • possibilità di apprezzare l’isola più “like a local” e meno da turista in infradito
  • meravigliosa atmosfera natalizia, eventi, concerti, manifestazioni…lo spirito del Natale a Malta è davvero forte ed avvolgente! Tutta l’isola è piena di presepi (presepji), luci e fuochi d’artificio!

Cosa fare a Malta in inverno? Ecco la mia guida per voi!

 

The Malta Experience: la primissima cosa da fare a Malta!

Come primissima cosa, prima di iniziare qualsiasi tipo di tour, vi consiglio una chicca che di certo i blogger improvvisati non vi segnaleranno ma che io personalmente ritengo indispensabile (e sottolineo che NON è un contenuto sponsorizzato!).
Andate a vedere The Malta Experience, uno splendido ed appassionante documentario disponibile in 17 lingue (spettacolo audio-visivo è il termine ufficiale) di 45 min sulle avvincenti avventure di 7000 anni di Malta.
Pochi altri Paesi hanno una storia cosi ricca, inaspettata, movimentata e travagliata come questo piccolo arcipelago, bramato e conteso tra tutti gli imperi nel corso dei secoli per la posizione strategica.
Vi assicuro che sarà la lezione di storia più emozionante a cui avrete assistito, divertente per i bambini ed informativa per i più grandi, e solo così potrete DAVVERO capire ed apprezzare tutto quello che vedrete nel vostro viaggio. FIDATEVI!!!

Trovate The Malta Experience ai Bastioni di St. Elmo, quasi sulla punta di Valletta diciamo, vicino al Siege Bell War Memorial e alla Sacra Infermeria.
Attenzione: non confondentela con “Malta in 5D” che invece trovate appena dentro il Valletta Gate. Ho visto anche quello ma devo dire che non regge il confronto con The Malta Experience!

TIP: se viaggiate con Air Malta trovate all’interno della rivista di bordo Il-Bizzilla un coupon sconto da mostrare in cassa insieme alla carta d’imbarco!

Bene, ora siete pronti per visitare Malta!

La Valletta: Capitale Europe della Cultura nel 2018!

La meravigliosa capitale, patrimonio UNESCO con ben 300 monumenti, che si appresta a diventare Capitale Europe della Cultura nel 2018 (per tutti gli eventi della settimana di apertura 14-20 gennaio leggi qua).
La città di Valletta, Il-Belt Valletta in Maltese, è la più piccola capitale Europea, lo sapevate? Ma è un gioiello! Vi racconto brevemente la sua storia per incuriosirvi!


Fu fondata il 28 marzo del 1566 dall’ Ordine dei Cavalieri Ospitalieri, noto comunemente come i Cavalieri di Malta. I Cavalieri giunsero a Malta nel 1530, dopo aver perso Rodi e Cipro per mano Ottomana ed aver vagato nel Mediterraneo per lunghi anni.
Perché il nome La Valletta? La nuova città prese il nome dell’allora Gran Maestro dell’Ordine dei Cavalieri, Jean de la Valette, il quale nel 1566 appunto (alla bellezza di 71 anni!) guidò la difesa Maltese contro il più lungo e sanguinoso assedio della sua storia inferto dall’ Impero Ottomani con a capo lo spietato pirata Dragut, acerrimo nemico dei Cavalieri da sempre.
Dopo 4 estenuanti mesi, l’imperterrito coraggio e sacrificio di cavalieri e maltesi insieme, sebbene in numero assai inferiore rispetto agli Ottomani, obbligò questi ultimi alla resa, per non tornare mai più!
Fu così che nacque La Valletta, detta anche Città Umilissima, progettata dall’ingegnere Francesco Laparelli, che con le sue alte mura era impenetrabile e dominante. Prima la capitale era Mdina, nell’entroterra, della quale parlerò in seguito.

Cosa visitare a La Valletta?

La via principale si chiama Republic Street, ma personalmente a me piace di più Merchant Street (Triq il-Merkanti) ovvero la parallela sulla dx, con la magnifica successione di colorati gallarija, i tipici balconcini! Occhio a non inciampare, perchè è una passeggiata da fare col naso sempre all’insù!! 😉

Entrate assolutamente nella Co-Cattedrale di San Giovanni (St.John’s Co-Cathedral), anche se da fuori non sembra nulla di speciale, vi assicuro che dentro resterete a bocca aperta! Sapete che all’interno ci sono due straordinari dipinti del Caravaggio, tra cui l’unico al mondo autografato?

Upper Barrakka Gardens, il punto panoramico più alto di Valletta con una vista spettacolare sulle Tre Città e sull’imboccatura del porto.
Alle 12:00 e alle 16:00 potrete assistere alla Saluting Battery, cerimonia in cui vengono sparati colpi di cannone a salve per omaggiare la difesa della città e lo scandire delle ore da oltre 400 anni! Si dice che sia la più antica piattaforma cerimoniale al mondo ancora in funzione.
TIP: arrivate con 15 minuti di anticipo per non perdervi l’interessante spiegazione del significato della cerimonia! E’ anche possibile assistere da vicino, fare domande al personale e visitare il museo.

Valletta Waterfront: questo lungomare è il porto naturale più grande d’Europa! Un tempo le graziose porticine colorate che vedete erano magazzini dove riporre le merci che i marinai scaricavano. Oggi negli edifici ristrutturati ci sono bar e ristoranti, e nel periodo natalizio è pieno di attività. Senza dubbio è uno dei miei punti preferiti, sia di giorno che di sera!

Grandmaster’s Palace (palazzo del Gran Maestro), sede del Parlamento maltese e residenza del Presidente della Repubblica situato a Palace Square. Al suo interno ci sono degli affreschi stupendi sulla storia della città!

Museo Nazionale di Archeologia, Forte Sant’Elmo, Chiesa del naufragio di San Paolo, Our Lady of Victories church, museo dei Cavalieri Ospitalieri, la nuova entrata in città costruita da Renzo Piano… A seconda di quanto tempo avete, Valletta è piccola ma ricca di gemme!

Per gli amanti del British style e i nostalgici, Valletta è piena di vecchie insegne di negozi di dischi, laboratori, caffè e di cabine telefoniche rosse che nemmeno a Londra si trovano più! Per vostra info, Malta è tuttora parte del Commonwealth.

Vi invito ad entrare in uno dei numerosi laboratori e negozi di gioielli artigianali: sono meravigliosi e con un ottimo rapporto qualità-prezzo!

Dato il grande successo e i premi ricevuti dal The Malta Experience, negli ultimi anni hanno realizzato docu-filmati anche su Valletta, Mdina, la storia dei Cavalieri ecc. Quello su Valletta, chiamato Valletta Living History non l’ho ancora visto, ma sono certa sarà molto interessante e indubbiamente un po’ di storia in più (e curiosità) non fanno mai male! Lo trovate al terzo piano del cinema/centro commerciale Embassy Complex.

Inoltre all’entrata di Valletta troverete l’albero di Natale di Mdina Glass realizzato con oltre 2000 palle di vetro soffiato realizzate in maniera artigianale dal 1968.

CHRISTMAS EVENTS a Valletta:

Dal 1 dicembre a Valletta Waterfront trovate il Christmas Village con tantissime attività, musica, cibo, luci e tantissime attività gratuite per i bambini!

Il 13 dicembre a Valletta si festeggia l’anniversario della Repubblica! Malta è uno stato indipendente dal 1964, repubblica dal 1974 e membro UE dal 2004.

In questo periodo natalizio Valletta, così come tutta l’isola, è un tripudio di luci e ghirlande. Incantevole! Non è raro vedere fuochi artificiali su tutta l’isola in tutte le stagioni, ma doveste trovarvi a Valletta per Capodanno, lo spettacolo sul Grand Harbour sarà un’emozione indimenticabile!

Se decidete di passare proprio il 25 a Malta, la Messa dentro la Co-Cattedrale di St. John è immensamente bella e suggestiva!!

Inoltre tutti i teatri hanno un ricco calendario di spettacoli, mostre, musical, orchestre

Vittoriosa, Senglea e Cospicua: le 3 Città fortificate

Molti pensano erroneamente che Valletta sia l’unica città di Malta, solo perchè è la più famosa. Malta ha diverse altre città, e in particolare vi consiglio di visitare le tre città fortificate sui tre promontori che avete appena ammirato dagli Upper Baraka Gardens, ossia Vittoriosa, Senglea e Cospicua, le quali furono proprio le protagoniste della resistenza di Malta al Grande Assedio da parte degli ottomani nel 1565 e riuscirono a salvare l’isola!

A Vittoriosa (Birgu in maltese) dove sorse il primo insediamento dei Fenici e che per qualche anno fu la città dei Cavalieri prima che venisse costruita Valletta, vi segnalo il Museo Marittimo e il Museo del Folclore, e soprattutto la rievocazione storica “In Guardia” che si tiene una volta al mese e il Birgufest in ottobre.

A Senglea (Isla in maltese) vi segnalo i Giardini della Guardiola del Forte San Michele, la chiesa di San Filippo e di Nostra Signora della Vittoria, e la Torre di Guardia Garjola, una delle icone maltesi che trovate raffigurata su tutte le guide! Inoltre dal porticciolo di Senglea è possibile fare il giro giro del Grand Harbour sulla tipica dghajsa.

A Cospicua (Bormla in maltese) non perdetevi le tre strutture megalitiche: i monumenti funerari di Ghajn Dwieli, Ta’ German and Ta’ Kordin ed alcune cave usate come luoghi di preghiera al tempo dell’arrivo di San Paolo sull’isola (60 a.C. circa)

TIP: ho appena scoperto una novità intelligentissima che devo ancora provare io stessa: Rolling Geeks, delle piccole auto elettriche con GPS pre-programmato e audio-guida incorporata in tutte le lingue per girare tra le Tre Città!
Si possono noleggiare per 2 ore e mezza, seguire gli itinerari programmati alla scoperta dei punti salienti, parcheggiare e riprendere liberamente. Io dico che è geniale!! Le ho scoperte l’ultimo giorno perciò non le ho potute provare, ma è la prima cosa che farò appena ritorno a Malta (anche qui preciso che NON è contenuto sponsorizzato).

Naxxar: Malta autentica!

Poche guide parlano di Naxxar (si pronuncia Nasciàr), ed ancor meno turisti ci sono mai stati, ma è una delle città più abitate di Malta! Se volete respirare un po’ di vita quotidiana maltese in uno dei luoghi più antichi dell’isola, io penso sia una interessantissima aggiunta al vostro itinerario, soprattutto con questa dorata atmosfera natalizia!
Naxxar si trova nell’entroterra e la presenza umana risale all’era preistorica, come testimoniano i resti megalitici a Tal-Qadi e Qaliet Marku, o le carrovie che vanno da Salina fino a Targa. Fatto storico importantissimo per questa cittadina è il naufragio di San Paolo nel 60 D.C., il quale fu soccorso ed accolto dagli abitanti di questo villaggio.

A Naxxar si respira davvero un’atmosfera di comunità, con gli anziani seduti fuori le porte a chiacchierare, i profumi che arrivano in strada dalle cucine e dai caffè, le caratteristiche stradine strette (in questo periodo piene di luci natalizie!) che si aprono all’improvviso sull’elegante e stagliante Duomo. Bellissimo!!
Vi consiglio di visitare Palazzo Parisio con la sua facciata art nouveau e gli interni barocco siciliano, i siti archeologici, i giardini pubblici e soprattutto vi suggerisco di perdervi per le sue stradine piene di cappelle e chiesette (ce ne sono almeno 12!) Non dimenticate la macchina fotografica!!

Dove dormire a Malta: Chapel 5 Palazzo Suite, eco-luxury b&b

Per questa mia permanenza “natalizia” ho scelto proprio di alloggiare a Naxxar, per vivere io stessa l’anima autentica dell’isola. Ho cercato quindi online ed ho scelto il bed&breakfast autentico ed ecoluxury Chapel 5 Palazzo Suites, situato in una piccola traversa di St Lucia Street, a 100 mt dal Duomo.
Non avrei potuto desiderare niente di più bello ed accogliente, e per questo ve lo consiglio super caldamente! Si tratta di una palazzina, anzi due unite, di 400 anni costruite in tipico stile maltese con la pietra locale globigerina, adiacente alla St Lucy Chapel.


Malcolm e Alex, i due adorabili hosts, hanno creato 10 suites eccezionali, ognuna diversissima dall’altra, ognuna con un nome, uno stile, un design, un arredo totalmente unico e studiato davvero nel minimo dettaglio.
Ad una classica impronta maltese hanno sapientemente e armoniosamente aggiunto mobili acquistati da loro stessi dal Marocco all’Indonesia. Davvero una concezione da eco-luxury travel! Io ho chiesto di poter fare il giro per vedere tutte le stanze perchè ognuna è incantevolmente originale e morivo dalla curiosità di vedere che look si fossero inventati per la successiva!

Al Chapel 5 Palazzo Suites ci sono due deliziosi cortiletti interni con due piscine e idromassaggio, numerose terrazze e rooftop dove prendere il sole, rilassarsi, farsi un massaggio o una lezione di yoga! Guardate la mia vista appena ho aperto gli occhi! Mi sono subito sentita pienamente immersa nei colori e nei profumo del vento maltese!

Ogni angolo della palazzina ha un tocco di calore e personalità, un mobile o un dettaglio che faccia sentire gli ospiti come a casa propria, letteralmente.
La mattina in questa luminosa e colorata sala con tetto in vetro vengono preparate le squisite colazioni a buffet, dove troverete dolce e salato con tutti i prodotti tipici maltesi, dai honey rings ai formaggini locali! Ogni mattina c’è una scelta diversa e la gentilezza di Malcolm e Alex vi farà sentire super coccolati!

Malcolm poi parla perfettamente Italiano! Sapevate che l’Italiano era lingua ufficiale fino al 1934, e che tutti i Maltesi fin verso gli anni ’80 sono cresciuti guardando la Rai?

Mdina the silent city: spettacolare al tramonto e misteriosa di sera!

Chapel 5 Palazzo Suites si trova a pochi km da Mdina (L-Imdina in maltese), borgo medievale fortificato situato in uno dei punti più alti dell’isola dalla bellezza ineguagliabile.
Circondata da un fossato (ora giardini) Mdina era la vecchia capitale prima di Vittoriosa e Valletta.
Un museo a cielo aperto, palazzi lussuosi, architettura araba e barocca, labirinti di vicoletti stretti stretti, panorama su tuta Malta. Le parole non possono descrivere la bellezza ed eleganza di Mdina, quindi segnatevela come must-see nella vostra agenda!

Vi segnalo in particolare di entrare nella Cattedrale di San Paolo dove troverete il dipinto del Naufragio di San Paolo, una delle tantissime opere di Mattia Preti sull’isola, Palazzo Falson che è uno degli edifici più antichi di Mdina ed ospita al suo interno un museo privato con oltre 3500 opere, il museo nazionale di storia naturale e di affacciarvi dalle mura…vedrete benissimo i confini dell’isola col mare!
Appena fuori le mura di Mdina c’è una villa romana con dei bei mosaici e la città di Rabat, ricchissima di storia è meno turistica di Mdina ma molto apprezzata dai fotografi! Andate e scoprite perchè!

Sono stata a Mdina infinite volte, ma questo dicembre per la prima volta ho deciso di fare il giro in carrozza. E’ stato molto divertente! Se avete dei bimbi sicuramente è un modo carino per intrattenerli.

A me piace molto restare a Mdina anche col calar della sera, e ripercorrere le viuzze illuminate è ancora più suggestivo! Ci sono tanti ottimi ristoranti a Mdina, nessuno vi deluderà.

TIPS: A Mdina essendo così in alto tira sempre forte vento, sia in estate che in inverno, per cui portatevi una bella giacca a vento e magari un paraorecchie o cappellino. E tenete a mente che in questa stagione il sole tramonta poco prima delle 17.

Sempre per la serie i Maltesi sono stati geniali su come insegnare un po’ della loro avvincente storia a grandi e piccini, a Mdina trovate lo show The Mdina Experience che vi consiglio, e anche il museo delle cere Knights Of Malta con un breve documentario iniziale e un’audio guida che racconta ogni scena del museo in tutte le lingue. Entrambi molto interessanti, forse Knights Of Malta potrebbe un po’ impressionare i bambini più piccoli (per lo meno, quelli della mia generazione…è vero che oggi i bambini giocano ai videogames di guerra da quando sono in culla…va bè guardate il depliant in cassa e fate vobis)

Inoltre vi invito a dare un occhiata al negozio-laboratorio di Mdina Glass se volete fare un regalino colorato e particolare. Se invece volete prendere dei gioiellini, vi avverto che a Mdina i prezzi sono più alti che a Valletta.

Mi sto veramente trattenendo dal raccontarvi e consigliarvi mille posticini del cuore per non rendere questo articolo più papiro di quanto lo sia già…ma se ogni tanto tenete d’occhio il mio blog vedrete che aggiungerò sempre cose nuove su Mdina e Malta in generale! Ovviamente se avete qualsiasi domanda contattatemi via mail o sui socials!

CHRISTMAS EVENTS in Rabat: Dal 7 al 12 dicembre a Rabat c’è Natalis Notabilis, un suggestivo Christmas Village con bancarelle e artigianato.

Mosta e Ta’ Marija: miglior ristorante maltese per 10 anni di fila, un’esperienza da vivere!

Fate una capatina a Mosta, la città più popolosa di Malta situata proprio al centro dell’isola, poco distante da Mdina. Qui si trova la famosa “Rotunda” di Santa Maria Assunta, splendida chiesa la cui cupola è ispirata al Pantheon, ed è la quarta cupola più grande d’Europa e la nona più grande al mondo.
Pensate che durante la seconda guerra mondiale una bomba sganciata dalla Luftwaffe cadde proprio sulla chiesa durante la Messa, danneggiando la cupola. Miracolosamente, arrivata a terra non esplose!
Durante il secondo conflitto mondiale Malta fu in gran parte distrutta dai bombardamenti aerei e il popolo maltese messo a dura prova per l’ennesima volta. Ma come in 7000 anni di storia, la tenacia di questa gente dalla vita semplice e dal carattere forte riuscì a far rinascere l’isola dalle sue stesse rovine.

Un fantastico esempio della forte personalità dei maltesi, della loro costanza e dedizione, del loro spirito di accoglienza e della loro apertura verso le lingue e culture dal mondo lo trovate a pochi passi dalla Rotunda, nella persona della Signora Marija Muscat, che da oltre 50 anni accoglie turisti e maltesi in quello che è stato premiato per 10 anni come il Miglior Ristorante Maltese!
“Ladies and gentleman, mesdames et messieurs, meine damen und herren” come direbbe lei, benvenuti da Ta’ Marija, che in italiano vuol dire proprio “da Maria”!

Nella vostra vacanza maltese, in qualsiasi stagione NON può mancare una cena (o pranzo) da Ta’ Marija!
Io c’ero stata con la mia famiglia e ci sono tornata ora ed ogni volta non solo mangio benissimo ma mi diverto un sacco! Innanzitutto, il posto è unico, vi sembrerà di essere in un giardino accompagnati da musiche locali e non, suonate su mandolino e chitarra da due simpaticissimi (e anche loro storici) musicisti!
Qui potrete provare tutte le specialità della cucina maltese. Sapevate che il piatto tipico di Malta è il coniglio? Io ho preso antipasti misti maltesi e tris di coniglio (fenek). Fenomenale!!

E finita la cena…festa! La signora Marija in persona è presente ogni singolo giorno al suo ristorante e lei stessa, dopo aver chiaccherato nelle varie lingue ai tavoli con i clienti accogliendoli letteralmente come ospiti in casa propria, il mercoledi e il venerdi durante le Folklore Nights prende il microfono ed introduce in tutte le lingue degli ospiti presenti, le varie danze maltesi in cui un corpo di ballo di 6 ballerine andrà esibendosi.
E finiti i balli tipici, l’atmosfera si trasforma in discoteca!

Davvero un must durante il vostro viaggio che siate in coppia, con amici o con bambini, sono certa che uscirete con un sorriso sulle labbra…e sullo stomaco!

Attenzione: le Folklore Nights sono di mercoledi e venerdi, ma controllate sul sito! Nel caso non riusciste a beccarne una non preoccupatevi, rimarrete comunque soddisfatti della vostra splendida serata!

TIP: Ta’ Marija Restaurant può anche organizzarvi il transfer qualora ne aveste bisogno, contattateli in anticipo!

St Julian e Sliema: il lungomare ideale per fare running!

Se finora vi ho guidato alla scoperta della Malta più autentica e storica, passiamo ora al quartiere cuore pulsante della vita moderna: St Julian’s (San Ġiljan in maltese) e Sliema.
Un tempo piccolo villaggio di pescatori, dagli anni 60 è diventato la location preferita prima per le seconde case dei Maltesi, e poi direttamente per abitarci tutto l’anno.
Intorno alla meravigliosa Spinola Bay, dove tra l’altro avevo casa con la mia famiglia, così come in tutto il quartiere fino a Paceville è un tripudio di locali, ristoranti, bar, caffè ecc ecc. La maggior parte ottimi, alcuni (pochi) un po’ più turistici.

Ma non solo, tutto il lungomare da Spinola Bay fino alla fine di Sliema è perfetto per fare jogging! A Sliema troverete anche delle postazioni di percorso vita con macchinari all’aperto. Anche la zona di St Paul’s Bay, a nord dell’isola, ha una lunga passeggiata molto carina per correre.

Scendete le scale del complesso residenziale Portomaso e troverete una rilassante passeggiata tra gli yatch, dove non sentirete più i rumori della città ma solo il vento e il mare, prendete il sole su una delle panchine a pelo d’acqua a Spinola Bay e camminate fino al moletto, andate a visitare la Chiesa di Balluta, e magari salite all’ultimo piano della Portomaso Business Tower, coi suoi 23 piani il più alto di Malta!

In fondo a Sliema trovate un moderno quartiere chiamato Tigne Point, da dove potete vedere Manoel Island e la parte occidentale del promontorio di Valletta.

CHRISTMAS EVENTS in Sliema:

Il 17 dicembre al molo vicino Independence Gardens a Sliema tanti babbo natale si tufferanno in mare per la 19 edizione della Thomas Smith Christmas Charity Swim, per raccogliere fondi per la Malta Community Chest Fund Foundation. Potete partecipare anche voi e dire “ho fatto il bagno a dicembre!” 😉

Per tutto il mese di Dicembre a Pijazza Tignè (Tigne Point) troverete il grazioso Christmas Market e delle giostre fiabesche per i bambini.

Marsaxlokk: il porto dei colori e dell’ottimo pesce

In una giornata di sole andate a pranzo a Marsaxlokk, il tipico e colorato porto dei pescatori a sud dell’isola! Le caratteristiche barchette in legno colorate con gli occhi (Luzzu in maltese) di vi fanno innamorare! Ci sono tanti ottimi ristoranti, ne ho provati un po’ e non ho mai preso “sole” perciò sbizzarritevi pure!

Sono a Malta i templi megalitici più antichi delle Piramidi e di Stonehenge.

Sapevate che a Malta ci sono dei templi megaliticipiù antichi delle Piramidi d’Egitto e di Stonehenge in Inghilterra?!
Visitarli in estate col sole ammetto che è un po’ provante, mentre l’autunno, la primavera, o perchè no qualche bella giornata invernale sono perfette per un po’ di storia e archeologia. Non mi dilungo perchè trovate qui un mio articolo dedicato a questi templi unici al mondo.

Ma la domanda finale che molti si staranno facendo è: quindi a Malta niente bagno d’inverno?
Bè, vi dico io fino a novembre l’ho fatto tranquillamente…dipende chiaramente dalle giornate e dagli anni, se c’è una bella giornata di sole e non siete particolarmente freddolosi un tuffetto ci può stare.
Come vi segnalavo ci sono anche degli eventi molto divertenti in cui ci si tuffa tutti insieme vestiti da babbo natale! Qualche anno fa mio papà fece il bagno il 1 gennaio con la muta a maniche corte mentre io prendevo il sole in canotta sul balcone 🙂

Certo non aspettatevi di andare in giro in maglietta e infradito…siamo in mezzo al Mediterraneo, non ai Caraibi!!

Viaggio a Malta: cosa mettere in valigia?

Ecco dunque la domanda cosa portare in valigia? Il consiglio è di vestirvi a cipolla, perchè quando esce il sole può bastare una maglia di cotone, ma nel giro di un’ora il tempo potrebbe cambiare. Vi consiglio una giacca a vento, paraorecchie se c’è vento e un foulard/sciarpina.
Per guardare le previsioni meteo io mi affido a Malta Airport Weather Forecast e nel caso mettete in valigia un ombrellino pieghevole.

Attenzione: ricordatevi che a Malta ci sono le prese di corrente all’inglese, per cui portatevi, o acquistate in loco, degli adattatori! Molti grandi alberghi dovrebbero avere anche le prese europee…ma di certo i postini tipici no!

Come muoversi a Malta?

Affittare una macchina a Malta è facilissimo e decisamente economico. Potete prenotare una macchina online già dall’aereoporto sui grandi portali come Budget ecc o affittarla giornalmente da vari car rentals in giro per l’isola. Attenzione però: a Malta si guida all’inglese!!

I mezzi pubblici a Malta sono piuttosto efficienti e tutti i bus sono nuovi. Una corsa costa 1.50 e vale due ore, altrimenti potete fare la Tallinja Card a 21 euro per 7 giorni. I biglietti si fanno a bordo, pagando il conducente.

La cosa bella di andare con gli autobus è passare per strade e paesini che altrimenti non vedresti; tutti gli autobus fanno capolinea a Valletta dove c’è una stazione ben organizzata con display digitali con orari e postazioni (A, B e C per le postazioni B e C dovete girare l’angolo, ve lo dico in advance perchè alcuni non le trovano 😉 ) D’altro canto, sappiate che spostarsi coi mezzi richiede più tempo, per ciò se con la macchina ci impieghereste 20 min con l’autobus calcolate un 40 min (sull’app vengono specificate num di fermate e durata del percorso). Però risparmiate il tempo di cercare parcheggio!

Un’altra modalità di spostamento molto comoda sono gli eCabs, dei taxi prenotabili e pagabili molto comodamente tramite la loro app. Con una media di 15-20 euro andate ovunque.

Come mi muovo io? Quando ero li con la mia famiglia e quando sono tornata per vacanza per almeno 2 settimane noleggiavo un’ auto. Questa settimana che ho appena trascorso ad inizio dicembre alternavo bus e eCabs.
Se dormite a Chapel 5 Palazzo Suites a Naxxar siete molto vicini alle fermate del bus e riuscite a raggiungere tutti i punti dell’isola comodamente.

TIP: Molti autisti dei bus sono Italiani, per cui se aveste dubbi sulla direzione…potreste anche essere fortunati e farvi aiutare in Italiano 😉

Bene amici, direi che ora avete tutte le dritte che vi servono per partire! Anche perchè online non ho trovato guide o articoli così completi. Se il mio articolo vi è piaciuto condividetelo con i vostri amici che pensate abbiano voglia di scoprire una insolita Malta! Naturalmente se avete domande o volete altri consigli specifici contattatemi pure via mail o sui socials…e poi raccontatemi come è andato il vostro viaggio!!

Siti ufficiali:

Visit Malta www.visitmalta.com

Valletta 2018 valletta2018.org 

Air Malta www.airmalta.com